Spreco alimentare

Pear 4431551 1920

Considerando tutte le fasi della catena produttiva, ogni anno un terzo delle derrate alimentari prodotte in Svizzera viene smaltito come rifiuto o finisce come foraggio. Affrontare il problema dello spreco alimentare è un imperativo per motivi sociali, ecologici e climatici.

Per evitare le emissioni di gas ad effetto serra associate allo spreco alimentare, c’è una sola strada: rifiuto zero!
La Svizzera si è già data l’obiettivo di ridurre del 50% entro il 2030 gli sprechi lungo la catena alimentare. Tutti i passaggi della catena alimentare infatti  producono spreco. Complessivamente,  in media ogni cittadino in Svizzera spreca 330 kg di alimenti all’anno.
A livello della produzione agricola gli sprechi possono essere causati da leggi sui contingenti, da specifiche tecniche (ad esempio dimensione dei frutti) oppure da errori di stoccaggio. L’industria alimentare, subito dopo, crea scarti per la mancanza di filiere per i sottoprodotti della lavorazione oppure perché i metodi di trasformazione non consentono di recuperare gli scarti. Ancora, quando passiamo ai grandi distributori per il commercio al dettaglio, possono nascere sprechi a causa di un eccesso di offerta oppure a causa del trasporto difficoltoso che danneggia i prodotti, rendendoli non adeguati alla vendita al dettaglio. Per ultimo, al livello degli operatori di gastronomia oppure delle economie domestiche, ci sono sprechi che provengono dall’eccessiva quantità di cibo preparata, da avanzi di portata oppure da errori nella conservazione.
È importante lavorare sulla sensibilizzazione: la ricerca ha mostrato che le economie domestiche sottostimano ampiamente i reali quantitativi di spreco alimentare.

Come aumentare la consapevolezza individuale e collettiva degli impatti sociali, climatici e ambientali dello spreco alimentare?
Quali servizi, processi o iniziative, anche a livello legislativo, è possibile mettere in atto per favorire la riduzione nella produzione di rifiuto alimentare in tutte le tappe della catena alimentare?
Quali attori chiave coinvolgere, con l’obiettivo di lasciare il segno a livello locale? I singoli cittadini sono sicuramente importanti, tuttavia gli operatori della grande distribuzione e della ristorazione non sono da meno: sono possibili iniziative che favoriscano l’uso razionale delle risorse alimentari e il loro riutilizzo creativo?

Per saperne di più:
https://www.savefood.ch/it/ 
https://acsi.ch/spreco-alimentare/
https://acsi.ch/combattiamo-lo-spreco-alimentare-per-salvare-portafoglio-e-ambiente/
https://www.united-against-waste.ch/event/energieeffizienz-und-nachhaltigkeit-in-der-gastronomie/
https://www.foodwaste.ch
https://www.bafu.admin.ch/bafu/en/home/topics/waste/guide-to-waste-a-z/biodegradable-waste/types-of-waste/lebensmittelabfaelle.html
https://foodwaste.ch/que-signifie-le-food-waste/?lang=fr
https://www.statista.com/chart/15143/percieved-food-waste/
https://ec.europa.eu/food/farm2fork_en
https://www.bafu.admin.ch/bafu/it/home/temi/aimentazione-alloggio-mobilita/ernaehrung/fachinfo-ernaehrung.html
https://www.blw.admin.ch/blw/it/home/politik/nachaltiges-ernaehrungssystem-ch/ressourcenschonende-ernaehrung.html

Zurich 2018 (3)

Carica la tua idea di Climathon

Condividi l'idea del tuo team con il mondo.
Invia la idea

Carica la tua idea di Climathon

Condividi l'idea del tuo team con il mondo.
Nessun file scelto
Nessun file scelto

Grazie per la tua idea

Grazie per aver presentato la tua idea. Sarà esaminata dall'organizzatore della Climathon nella tua città. Una volta approvata, la vedrete sul sito web della tua città.

Inviando la tua idea accetti i Termini e Condizioni di Climathon.

Thanks to our global partners